Salviamo la Valle del Marro

Salviamo la Valle del Marro

con Nessun commento

La Valle del Marro è sotto attacco. Un’escalation di atti intimidatori nelle ultime settimane sta mettendo a dura prova la Cooperativa. I furti e i danneggiamenti hanno prima riguardato gli impianti di irrigazione nei terreni di Oppido e Gioia Tauro, rischiando di compromettere definitivamente le coltivazioni di clementine e kiwi, e poi l'uliveto nel comune di San Procopio dove sono state distrutte oltre 50 piante secolari.
Questa lunga serie di intimidazioni rappresenta l’ennesimo tentativo, pianificato, di compromettere il raccolto e scoraggiare l’impegno per il riutilizzo sociale dei beni confiscati.

"Le mafie vogliono togliere l'acqua alle piante, e la vita al territorio. Dobbiamo subito correre ai ripari." E' questa la denuncia di Domenico Fazzari, presidente della Valle del Marro, dopo gli ultimi fatti criminosi. Una richiesta d’aiuto che non può lasciare indifferenti.

La Fondazione Il Cuore si scioglie Onlus di Unicoop Firenze, da anni al fianco della Valle del Marro, ha lanciato un crowdfunding per permettere alla Cooperativa di tamponare i danni e continuare con il lavoro di recupero e coltivazione dei terreni confiscati alle mafie. Contribuendo alla campagna sosterrai con un gesto di speranza e un aiuto concreto chi si batte quotidianamente con coraggio e sacrificio a difesa della legalità.

Tutto il ricavato andrà a sostegno della Valle del Marro, per far ripartire le attività nei terreni danneggiati.