Ricottine infornate con purè di spinaci e limone

Ricottine infornate con purè di spinaci e limone

con Nessun commento

Ingredienti

Ricotta di Bufala Libera Terra: 500g

Spinaci: 400g

Patate: 200 g

Olive taggiasche denocciolate: 2 cucchiai

Limone: 1

Timo secco: mezzo cucchiaino

Olio extravergine d'oliva bio: 2 cucchiai

Sale e pepe: q.b.

Preparazione

Trita le olive con il coltello e mescolale alla ricotta con il timo, una leggera spolverata di sale, pepe e la scorza grattugiata di mezzo limone.

Trasferisci il composto in 4 stampini per muffin foderati con carta da forno bagnata, strizzata e asciugata, inforna a 160 °C per 30-35 minuti al massimo e lascia raffreddare.

Taglia a spicchi le patate, cuocile al vapore per circa 15 minuti o fino a renderle molto morbide. Pelale e passale subito allo schiaccia patate riducendole in purè.

Scotta gli spinaci in acqua leggermente salata per un minuto, scolandoli in acqua e ghiaccio per mantenerne il verde brillante. Quindi strizzali (ma non troppo) e frullali con il succo del limone, sale e pepe. Mescola il ricavato alle patate e a 2 cucchiai d'olio.

Scalda appena, solo se necessario, il purè prima di servirlo facendo attenzione a non cuocerlo per non rovinare il colore e servilo con le ricottine sformate.

Se ami i sapori amarognoli, puoi sostituire nel purè gli spinaci con la cicoria o con la rucola, trattandole nella stessa maniera.

 

Una ricetta di Paola Galloni per la rivista Cucina Naturale

L’olio delle donne

L’olio delle donne

con Nessun commento

Nel giorno in cui in tutto il mondo si celebra la giornata della donna, noi vogliamo festeggiarla raccontando la storia di donne coraggiose che grazie al loro lavoro hanno ribaltato la visione e il ruolo della donna all’interno della loro famiglia e della società.

Per raccontare questa storia andiamo in Marocco, più precisamente nell’Arganeraie, una foresta di venti milioni di alberi di argan, con un’estensione di circa 800 mila ettari tra Safi e Goulimin nel sud ovest del Marocco, dichiarata “Riserva della biosfera” dall’Unesco. Importantissima dal punto di vista biologico, perchè le radici dell’argan proteggono il suolo dall’erosione e rallentano la desertificazione, l’arganeto è fondamentale anche per la sopravvivenza delle donne berbere, che ne conoscono tutti i segreti erboristici e utilizzano ogni parte della pianta. Le attività economiche connesse all’argan danno infatti lavoro a oltre 3 milioni di persone, arginando l’esodo rurale e valorizzando antiche tradizioni.

Qui lavora Targanine è un'organizzazione di 6 cooperative che riuniscono oltre 400 donne della zona intorno ad Agadir per la lavorazione dell’olio di argan in Marocco. Per loro l’argan significa emancipazione, dignità, indipendenza.

Come racconta Khadija Boumad all’inizio c’è voluto parecchio tempo per convincere le donne a uscire di casa e andare a lavorare in cooperativa con altre donne. Erano solo in 15 ma la loro vita è cambiata quando hanno capito l’importanza di avere un reddito proprio. Potevano mandare a scuola i figli, non dipendevano più dai mariti e potevano andare al suk, al mercato, e comprare un pezzo di stoffa, cibo, e perché no, un montone, una capra, un pollo. L’ambiente sociale è tradizionalista e fino a pochi anni fa era impensabile che una donna potesse andare da sola a fare la spesa. La loro autostima è aumentata e l’attività commerciale delle donne ha generato la creazione di nuovo lavoro nel villaggio, garantendo a tutti una vita migliore e mutando radicalmente l’atteggiamento della società e in particolare degli uomini nei confronti di queste donne lavoratrici.

Targanine è un Gie, un Gruppo unito da un Interesse Economico nato nel 1996 che ha come obiettivi fornire aiuto tecnico per promuovere e commercializzare i prodotti garantendo uno sbocco sul mercato ed offrire in tal modo alle donne che fanno parte delle cooperative una fonte di reddito. Gie Targanine investe in infrastrutture e macchinari per agevolare il lavoro delle donne offrendo loro anche corsi di formazione per la coltivazione dell’Argan e per la lavorazione dell’olio. Il gruppo gestisce anche un programma per combattere l'analfabetismo femminile nelle zone rurali, corsi di salute di base e di micro imprenditoria, promuove campagne di sensibilizzazione per la salvaguardia delle foreste di argan e seminari sulle problematiche ambientali.

Delle sei cooperative associate a Targanine, tre sono specializzate nell’estrazione dell’olio mentre le altre si occupano della lavorazione dei frutti dai quali vengono ricavate le mandorle utilizzate per la produzione dell’olio.

Nelle Botteghe del Mondo si può trovare l’olio di argan cosmetico di Targanine, certificato biologico ECOCERT e realizzato secondo i principi del commercio equo e solidale; un prodotto che rappresenta allo stesso tempo un recupero delle conoscenze tradizionali e un percorso di emancipazione.

Un prodotto di bellezza attraverso il quale sostenere la lotta per i diritti delle donne e promuovere la cultura della parità di genere, contribuire a un mondo dove i diritti umani siano una realtà per tutti e la vita delle donne sia libera da violenze e discriminazioni.

 

Acquisto Collettivo: Mele BioSüdtirol

Acquisto Collettivo: Mele BioSüdtirol

con Nessun commento

La Cooperativa BioSüdtirol unisce 200 frutticoltori del Trentino Alto Adige che hanno deciso di rinunciare all'uso di sostanze chimiche a favore della qualità dei loro prodotti, soddisfacendo tutti i requisiti necessari previsti per una frutticoltura organico-biologica di successo.

I prodotti prenotabili:

  • MELA GOLDEN DELICIUOS BIO
    Dai tratti dolci e aromatici, succosa e soda.

    • cassetta da 8kg > € 18.40
    • mini cassetta da 2,5kg > € 6.10
  • MELA FUJI BIO
    La mela più dolce, succulenta e dalla consistenza decisa.

    • cassetta da 8kg > € 19.60
    • mini cassetta da 2,5kg > € 6.50
  • MELA PINOVA BIO
    Agrodolce e con una nota aromatica

    • cassetta da 8kg > € 19.60
    • mini cassetta da 2,5kg > € 6.50
Acquisto Collettivo: Mozzarelle di Bufala & Co.

Acquisto Collettivo: Mozzarelle di Bufala & Co.

con Nessun commento

Il g(i)usto della mozzarella. Dalla Cooperativa Le Terre di Don Peppe Diana LiberaTerra di Castel Volturno (Caserta) vi proponiamo i seguenti prodotti:

  • Mozzarella di bufala campana D.O.P.
    • tonde - 2 x 250g > € 7.80
    • tonde - 5 x 100g > € 7.80
    • nodini - 5 x 100g > € 8.40
    • trecce - 2 x 250g > € 8.40
    • tonda singola - 250g > € 4.20
  • Ricotta di bufala campana
    • fiscella imbustata - 250g > € 2.60
  • Scamorza di bufala campana
    • sottovuoto - 250g circa > € 22.50/kg

La Mozzarella di Bufala Campana, la Ricotta e la Scamorza prodotte dal caseificio della cooperativa "Le Terre di don Peppe Diana  Libera Terra" sono realizzate con latte di bufala intero fresco proveniente da allevamenti scrupolosamente selezionati.
Il latte viene lavorato in tempi molto brevi dalla mungitura, rispettando il processo artigianale di produzione.

La mozzarella è di colore bianco porcellanato ed ha una crosta sottilissima e liscia, con la struttua a foglie sottili e priva di occhiature. Il sapore è molto intenso e inconfondibile, tipico di questo formaggio fresco a pasta filata della grande tradizione casearia campana.

Il caseificio della cooperativa "Le Terre di don Peppe Diana Libera Terra" aderisce al consorzio di tutela della mozzarella di Bufala Campana DOP.

Il caseificio è dedicato a Don Peppe Diana, il sacerdote ucciso nella sua chiesa il 19 marzo 1994 a Casal Principe, per non aver mai chinato la testa contro la violenza e l'arroganza della camorra.

1 3 4 5 6 7 8 9 59