Le Lenticchie Bio per un anno buono

Le Lenticchie Bio per un anno buono

con Nessun commento

L’anno sta per volgere al termine, ed è tempo di buoni propositi. Per questo, oggi vorrei parlarvi di un alimento che, tipicissimo del Capodanno, rappresenta davvero una scelta buona per noi stessi e per l’ambiente: si tratta delle lenticchie, che, come tutti i legumi, sono state definite il cibo del futuro.

Le lenticchie di cui vorrei parlarvi oggi sono ancora più speciali: si tratta delle Lenticchie Bio di Solidale Italiano, marchio di Altromercato dedicato ai prodotti frutto dei progetti di Commercio Equo e Solidale che nascono lungo la penisola.

Le lenticchie di Solidale Italiano ci portano dritti in un punto davvero speciale del nostro Paese, cioè la Sicilia occidentale. Ricchissima dal punto di vista agricolo, ma al contempo, proprio in questa sua ricchezza, piagata dal controllo mafioso ancora presente in questi settori, essa beneficia moltissimo dei vari progetti di produzione in linea con i criteri dell’agricoltura biologica e del Commercio Equo e Solidale.

Qui, a Camporeale, alcuni agricoltori fondano nel 1988 la cooperativa Valdibella, una comunità di coltivatori e produttori che hanno in comune una stessa visione: fondamentali per la loro attività sono due cose; la prima è riuscire ad ottenere il meglio dal proprio territorio, e dunque farne fiorire a pieno le potenzialità; la seconda è far sì che la loro attività vada a sua volta a beneficio dei giovani in difficoltà, così da restituire loro, appunto, il proprio territorio.

Da allora, la cooperativa Valdibella decide di muoversi proprio in queste due direzioni, da un lato decidendo di conformare la propria produzione ai criteri dell’agricoltura biologica per garantire il massimo della qualità, dall’altro impegnandosi per dare lavoro, tramite le proprie attività, ai giovani più sfortunati.

 

 

Alla base della scelta per un’agricoltura biologica c’è, per i coltivatori di Valdibella, la profonda convinzione, supportata dall’esperienza, che la migliore qualità si raggiunga quando l’ecosistema è perfettamente in equilibrio e non sia forzato o snaturato dall’uomo.
E all’interno di questa visione, l’impegno a offrire occasioni di riscatto ai giovani che faticano a inserirsi in questo ambito lavorativo è soltanto un altro elemento della ferma volontà della Cooperativa di valorizzare al meglio il proprio territorio, con tutte le forze che esso ha da offrire, perchè sia un luogo vivibile per tutti.

Allora, dato che Capodanno si avvicina, l’invito è di riscoprire questi buonissimi legumi, e ovviamente di consumarli anche durante il resto dell’anno! Perchè sono, per il loro profilo ecologico, senz’altro il cibo del futuro. E poi perchè si sa: chi mangia lenticchie il primo dell’anno... le mangia tutto l’anno!

E dato che il periodo dei grandi pasti celebrativi con amici e parenti non è ancora finito, vi lascio ancora una volta una ricetta dal blog di Altromercato Il circolo del cibo, per un piatto che sa proprio di festa: le lenticchie speziate con polenta bianca alla piastra.
http://www.altromercato.it/it_it/il-circolo-del-cibo/lenticchie-speziate-con-polenta-bianca-alla-piastra/

ValeriaDiG
Segui ValeriaDiG:

Sono una giovane studentessa di filosofia e una volontaria presso la bottega Amandla di Bergamo. Amo raccontare storie, quelle di persone, di progetti, di comunità e di sviluppo. Buona lettura!

Lascia una risposta